Alegre - il megafono delle idee

Subscribe to Alegre - il megafono delle idee feed
Updated: 52 min 27 sec ago

Il lavoro mai visto

Fri, 22/09/2017 - 11:12
Nota quotidiana

Si tratta dell’accenno di una piccola rivoluzione, perché questo nuovo scrivere potrebbe essere in grado di modificare la percezione che di sé hanno gli stessi lavoratori, assuefatti alla loro condizione da racconti e descrizioni fatti da altri, e magari portarli a voler cambiare quello che viene descritto come naturalmente dato, che è invece una costruzione che scaturisce da rapporti di forza che possono mutare.

Fabrizio Marcucci (da Ribalta)*

Magari può essere un’illusione. Però, al di là della cappa di piombo dalla quale ci si sente spesso avvolti, si captano segnali di vita. Perché sì, ci si concentra sui muri che vengono eretti qua e là per l’Europa contro i migranti; e però ci sono navi e persone e organizzazioni che accettano la sfida e i migranti li accolgono.[...]

Facebook Like

Si alza il sipario sul lavoro

Sat, 16/09/2017 - 16:11
Rassegna dal web

Dall'11 al 16 settembre al Teatro Argentina a Roma lo spettacolo teatrale "Ritratto di una nazione - L'Italia al lavoro" con al suo interno anche lo spettacolo "Meccanicosmo" tratto dal libro "Meccanoscritto". Un teatro inchiesta dove il lavoro è declinato nei suoi molteplici modi presenti.

Roberto Greco*

Sullo sfondo, un groviglio di tubi, scale, ponteggi, dove una band - i Mokadelic - suona un rock assordante. In primo piano loro, contadini, operai e impiegati, che avanzano fino al centro della scena, come nel celebre quadro di Pellizza da Volpedo. Inizia così “Ritratto di una nazione. L’Italia al lavoro”, l’opera-fiume messa a punto da Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri.[...]

Facebook Like

Nuove scritture working class: nel nome del pane e delle rose

Sat, 02/09/2017 - 02:39
Rassegna dal web

Quello che una scrittura working class dovrebbe fare, è fornire un nuovo immaginario a una nuova working class che esiste già come classe in sé. L’esempio del libro Meccanoscritto è fondamentale: mette in tensione le storie operaie di ieri e di oggi e ricostruisce la memoria del conflitto.

Alberto Prunetti (da Giap)*

Primo antefatto. Respira e intona il mantra: «Class is not cool»[...]

Facebook Like

La vera storia di nonno Renato, giornalista e partigiano a Roma

Tue, 29/08/2017 - 11:12
Nota quotidiana

"Fino a quel momento avevo avuto in testa solo la sua morte e avrei messo le mani solo nel dolore. Invece Lizzani mi ha raccontato del gruppo di amici che erano e di cui non sapevo nulla, delle risate che si son fatti e allora ho capito che potevo raccontarne la vita prima ancora della morte"

di Barbara Bonomi Romagnoli (da La27ora)*

«Il libro che abbiamo fra le mani è un romanzo nel senso più pieno del termine: perché parla soprattutto di quello che non si vede ma che ci portiamo dentro. Le speranze e le sconfitte, l’amore e la morte, la città di muri e la città di sentimenti», così Alessandro Portelli, storico e anglista alla Sapienza di Roma, definisce Al centro di una città antichissima.[...]

Facebook Like